3 CONSIGLI PER ASSOCIAZIONE NO PROFIT TUTELA ANIMALI

Le associazioni no profit per la tutela degli animali vivono delle donazioni in tempo e in denaro di volontari e sostenitori.
Chi può dona tempo da dedicare alla causa, chi non può per motivi familiari o lavorativi sostiene la causa con donazioni.

Uno dei sistemi più diffusi è la raccolta fondi pubblica, regolata dall'art 143 del TUIR che riconosce come non tassabili i fondi pervenuti grazie a raccolte fondi pubbliche occasionali. Oltre all'occasionalità, un altro elemento fondamentale è il modico valore dell'omaggio. Ci si può sbizzarrire con grafiche spiritose come quelle delle nostra amiche Sfigatte. Ricordate che il senso di appartenenza fa sì che ci si circondi di oggetti a tema: portachiavi, tshirt, mug, shopper con la forma e la grafica del nostro animale preferito. Inoltre sono regali azzeccati per i cat-lover o dog person.

Il secondo consiglio riguarda l'utilizzo dei social come Facebook per promuovere iniziative ed eventi a livello locale, con un'ottima capillarità e un basso investimento, soprattutto imparando a selezionare il pubblico sulla base geografica, sulla base degli interessi personali o di quelli manifestati per una pagina simile. Si può utilizzare la funzione per creare un pubblico simile (lookalike). E' un ottimo metodo per arruolare nuovi volontari.

Infine, è possibile postare un progetto su una piattaforma di crowdfounding (tra quelle specializzate per iniziative non profit: Razoo, Causes, Crowdrise, Fundly, solo per citarne alcune).

Per contatti Tuo Logo www.tuologo.com - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.